Zigzagando sul confine tra Vogelgrun e Weil

AKA Ultima tappa

É arrivata la fine del viaggio: come sempre è passato tutto in un attimo e, nonostante la fatica dei 600 km percorsi, ci sembra di essere partiti ieri per questo viaggio. Abbiamo percorso questo tratto di strada un po’ a zig zag sul Reno, continuando ad attraversare la frontiera, un po’ per non rifare tratti di ciclabile già noti, un po’ per goderci fino all’ultimo la bellezza dei paesini alsaziani, con le loro case a graticcio e i giardini curatissimi.
Partendo da Vogelgrun abbiamo attraversato il confine passando per Bad Krozingen e per Neuemburg, per poi rientrare in Francia facendo sosta a Ottmarsheim, un piccolo villaggio famoso per la sua chiesa abbaziale dedicata ai santi Pietro e Paolo.

L
L’abbaziale al tramonto

Si tratta di un edificio costruito nell’XI secolo da un predecessore degli Asburgo, che si ispirò alla Cappella Palatina del Duomo di Aquisgrana, quantomeno nella forma ottagonale. L’interno della chiesa è semplicissimo e spoglio, ma in alcuni punti si possono ammirare affreschi risalenti al XVI secolo (o forse addirittura più antichi).
A parte questo il paese non offre molto e risulta molto poco animato, soprattutto in confronto ai paesi oltre confine… i tedeschi sono decisamente più allegroni!

Fra le attrazioni principali di Ottmarsheim ci sono alcune case degli orrori. Pare che dopo la mezzanotte le creature prendano vita... ma nessuno è mai sveglio per controllare
Fra le attrazioni principali di Ottmarsheim ci sono alcune case degli orrori. Pare che dopo la mezzanotte le creature prendano vita… ma nessuno è mai sveglio per controllare

Da Ottmarsheim siamo scesi verso sud, nuovamente lungo l’ “antico canale Rodano-Reno”, e confermiamo la piacevolezza di questa pista (oggi abbiamo incontrato anche un daino)! All’altezza di Weil abbiamo sconfinato per l’ultima volta chiudendo il percorso da dove l’avevamo cominciato 10 giorni prima.

Nei pressi della “passerella dei tre paesi”, al confine tra Francia, Germania e Svizzera, è presente una enorme colonia di cigni

Dove dormire

  • Als Hotel – Ottmarsheim
    Ci siamo sentiti dei gran fighi quando abbiamo scoperto che pernottavamo nello stesso hotel di una delle squadre del Tour d’Alsace… eh, che bello ritrovarsi tra ciclisti professionisti 😉

AleRoss

Apparentemente diversi come il giorno e la notte, analogamente complementari e inseparabili da diverse ere geologiche. Ci unisce l'amore per il viaggio, tra le altre mille cose...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi