Ritorno alla Belle Epoque: Karlovy Vary

Esiste una città in Boemia, vicino al confine tra Repubblica Ceca e Germania, in cui il tempo sembra essersi fermato a inizio Novecento, prima che la Grande Guerra sconvolgesse gli equilibri dell’Europa e la gettasse in una modernità tanto distante dalla Belle Epoque. Questa città così speciale, ferma nel tempo, è Karlovy Vary.

Karlovy Vary

Un po’ di terme

Dopo gli inferni di Beppu, siamo ricapitati in una stazione termale. Qui non ci sono fumarole, laghi azzurri e pozze ribollenti, ma solo splendidi edifici che ricordano i fasti di un’epoca che non c’è più, in cui ricchi borghesi e nobili di mezza Europa affollavano questa località. Adesso, al loro posto, ci sono frotte di turisti giapponesi e habitues che fanno la coda per riempire di acqua termale le eleganti tazze di porcellana vendute ad ogni angolo dai negozi di souvenir.

Karlovy Vary

Proprio queste tazze ricordano l’evoluzione delle cure termali dai primordi all’arrivo del Dott. David Becher. Inizialmente, a Karlovy Vary la gente si curava nelle acque termali stando immersa per ore, finchè la pelle non si screpolava e apriva, perchè i dottori dell’epoca pensavano che solo in questo modo le malattie sarebbero uscite dal corpo. Successivamente si pensò che forse era meglio bere quest’acqua, ma lo si faceva in quantità industriale, da veri secchielli. Fu solo grazie al Dott. Becher che queste torture curative ebbero fine e si affermò un metodo innovativo vigente ancora oggi, ovvero “bere e camminare“.

Passeggiando lungo il fiume si possono ammirare bei palazzi e hotel storici, nonché le Kolonada, appunto colonnate artistiche e con differenti stili architettonici, in corrispondenza di fontanelle con acqua termale.

Karlovy Vary

Le specialità di Karlovy Vary

Dicono che questa località sia famosa per i Karlovarské oplatky, una sorta di sottile wafer circolare. Noi non li abbiamo provati, ma in compenso abbiamo provato un’altra specialità: le produzioni della fabbrica Becherovka.

Karlovy Vary - Il famoso liquore di erbe Karlovaska Becherovka
Il famoso liquore di erbe Karlovaska Becherovka

Il piccolo museo all’interno dell’antica fabbrica ci fa sentite come in un grande spot pubblicitario a pagamento, ma l’azienda è comunque parte fondamentale della storia della città e merita di essere visitata.

Karlovy Vary - La caratteristiche botti ovali dove veniva conservata la Becherovka
La caratteristiche botti ovali dove veniva conservata la Becherovka

Day trip: Plzen e la sua famosa birra

Plzen è la patria della birra pilsner, nota in tutto il mondo grazie alla sua più famosa rappresentante, la Pilsner Urquell. Per chi, come noi, è appassionato, la visita agli stabilimenti della Urquell è imprescindibile. Si possono vedere le linee di imbottigliamento, le cisterne di rame per la preparazione del mosto e le antiche cantine gelide dove giacciono le botti di fermentazione utilizzate ancora oggi.

Alla fine del tour, che dura poco meno di due ore, è possibile degustare un bel bicchiere di pilsner direttamente spillato da delle botti della cantina.

Plzen - Urquell Factory

Una nota storica interessante: la fabbrica della birra in chiave moderna nacque a metà Ottocento, anche se la produzione della pilsner è di molto anteriore. Prima vi erano diversi produttori, ciascuno con la propria ricetta; la qualità era così variabile e i mastri birrai così poco esperti che un bel giorno gli amministratori della città di Plzen decisero di buttare via tutta la produzione del momento perché di qualità così bassa da rischiare di compromettere il buon nome della pilsner.

Dopo quell’evento i produttori si riunirono in una corporazione, unificarono la ricetta e mantennero determinati standard qualitativi; da allora il successo fu assicurato.

Plzen - Harley Davidson brandizzata
Harley Davidson brandizzata

In aggiunta a ciò, a Plzen si possono visitare il museo della birra e i sotterranei della città, scavati sin dal Medioevo e utilizzati sia in tempo di pace (come depositi di cibo e birra o locali per i pub) sia in tempo di guerra (come collegamento tra le varie parti della città e luogo di rifugio in caso di assedio).

Plzen - Urquell Factory
La moderna fabbrica della Urquell

Ross

The mottos that best represent me? "Worry more about your conscience than your reputation. Because your conscience is what you are, your reputation is what others think of you. And what others think of you is their problem." and..."Frankly, my dear, I don't give a damn!"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi