Ohrid, il lago delle meraviglie

Non esitiamo nell’affermare che il lago di Ohrid sia uno dei vanti della Macedonia (vanto che condivide con l’Albania, visto che è a cavallo del confine) e uno dei luoghi più belli visitati durante il nostro viaggio nei Balcani. Dovessimo però spiegare esattamente cosa lo rende così speciale, ecco che le cose si fanno difficili.

Sarà la quiete della piccola cittadina di Ohrid, con la sua bella passeggiata, le sue antiche chiese e la famiglia di cigni che nuota a pochi metri dalla riva. Sarà il panorama del grande lago, con la sua costa verdissima punteggiata di poche case e paesi. Sarà il bel monastero di Saint Naum con il suo parco pieno di pavoni e rondini, con il gracidio delle rane come sottofondo. Sarà l’atmosfera rilassata e la pacata gentilezza dei locali.

Non lo sappiamo con esattezza, ma qui ci siamo trovati davvero a nostro agio.

Il Mavrovo National Park

Dovendoci spostare da Skopje a Ohrid abbiamo deciso di allungare un po’ il tragitto per attraversare il parco nazionale del Mavrovo, un’area montuosa molto bella al confine con l’Albania, quasi del tutto priva di traffico. Oltre all’omonimo lago, il parco vanta tra le sue attrazioni principali un importante monastero ortodosso, lo Sveti Jovan Bigorski. Il complesso è arroccato sul fianco della montagna in una stretta valle e ospita numerosi monaci; dal cortile del monastero si ammira un bel panorama sulla sponda opposta della valle, su cui spicca un piccolo villaggio con una grande moschea, che ci fa immaginare una convivenza pacifica tra le due principali religioni della zona.

Ohrid - Il panorama dal monastero Sveti Jovan Bigorski. con la grande moschea dal lato opposto della valle
Il panorama dal monastero Sveti Jovan Bigorski. con la grande moschea dal lato opposto della valle

Al nostro arrivo ci rendiamo conto che c’è un certo affollamento a causa di un matrimonio e per la prima volta abbiamo dovuto condividere il momento con una piccola folla. Il monastero è carino, ma non troppo diverso dai numerosi che abbiamo già visto in giro per i Balcani e non ci ha colpito particolarmente.

Mavrovo - Sveti Jovan Bigorski

La sanità di Ohrid

Arrivati nella tranquilla cittadina di Ohrid ci siamo sistemati in un bell’appartamento: escludendo alcune città più rinomate come Dubrovnik, i costi del turismo nei Balcani sono veramente bassi e con 25 € a notte è possibile trovare splendidi bilocali perfettamente accessoriati.
Poiché Ale si trascina una brutta bronchite da un paio di settimane decidiamo di cercare un dottore; dopo essere stati indirizzati erroneamente in un centro dentistico veniamo rimbalzati al pronto soccorso, dove un dottore non troppo simpatico ci spedisce all’ospedale. Qui una cortese ragazza alla reception ci accoglie e come prima cosa Ale viene sottoposto ad un rudimentale elettrocardiogramma; il motivo ci sfugge completamente.

Ohrid - Chiesa di Santa Sofia
Chiesa di Santa Sofia

Dopo una breve attesa veniamo fatti accomodare in un piccolo ambulatorio: la dottoressa non si vede, ma in compenso uno scarafaggio moribondo aspetta con noi. I minuti passano, la coda fuori dalla porta si allunga e con sempre maggiore frequenza gli anziani pazienti entrano per farci delle domande in macedone stretto. Cerchiamo di spiegare a tutti che non parliamo la loro lingua e soprattutto che non siamo dottori, ma la conversazione è tra sordi.

Finalmente la dottoressa arriva, ma non parla una parola di inglese e dopo alcuni minuti di freeze esce nuovamente a cercare rinforzi. Poco dopo arriva un giovane dottore che in un minuto visita Ale e prescrive le medicine. Ma ora viene il difficile: la dottoressa cerca di registrare a sistema la visita senza successo, continua a ripetere qualcosa che noi interpretiamo come “visita privata”, sembra che voglia farci pagare il ticket più alto (giustamente, visto il costo della vita qui), mentre il dottore spinge per lasciarci andare. Dopo mezz’ora d’orologio di discussioni con decine di persone in coda fuori della porta una vecchietta viene fatta entrare e la visita comincia in nostra presenza… veniamo sbattuti fuori dalla porta mentre il passaporto di Ale resta sotto sequestro. Dopo tanta efficienza asiatica ci sentiamo di nuovo a casa.

Alla fine pare che la dottoressa acida si sia finalmente arresa, un’infermiera ci restituisce i documenti e ci lasciano andare. Insistiamo per pagare, ma la ragazza alla reception ci dice che non è necessario e si scusa pure per il tempo di attesa. Ringraziamo calorosamente sperando che il governo macedone non ci mandi a casa una fattura da mille euro.

Ohrid e le sue numerose chiese

Quale posto più salubre di un lago piovoso per guarire dalla bronchite? Scherzi a parte, il clima sul lago di Ohrid è strano, molto ventoso e secco, ma anche piovoso a sprazzi. Ci è capitato diverse volte di passare da un muro di pioggia ad un cielo azzurro senza nuvole in pochi minuti.

Ohrid - Sveti Jovan at Kaneo
Sveti Jovan at Kaneo

La città in sé si può girare in giornata, ma sarebbe un peccato perché è davvero incantevole trascorrere ore a passeggiare sul lago o a guardare l’orizzonte seduti su una panchina. Ohrid fu un importante centro cristiano per secoli, cattolico prima e ortodosso poi, e le numerose chiese storiche nascoste nel dedalo di vie del centro storico sono lì a testimoniarlo. Sveti Jovan at Kaneo è la più panoramica, su un promontorio a picco sul lago, mentre la chiesa di Santa Sofia, in pieno centro, è forse la più grande, ma gli affreschi sono molto danneggiati e complessivamente l’interno è un po’ spoglio.

Salendo verso il castello sulla cima della collina si incontra la chiesa di St.Pantelejmon, molto bella esternamente, ma dagli interni nuovamente deludenti. A pochi passi sorgono i resti di un’antica basilica del V-VI secolo dC limitati alle fondamenta e a qualche notevole mosaico che originariamente rivestiva il pavimento.

Ohrid - Chiesa di St.Pantelejmon
Chiesa di St.Pantelejmon
Monastero di Saint Naum con pavone in planata
Monastero di Saint Naum con pavone in planata

Ohrid

All’estremità meridionale del lago, a circa 30 km da Ohrid, si trova il bellissimo monastero di Saint Naum. Vale la pena precisare che non è l’ennesima chiesa ortodossa con gli interni affrescati o meglio: è anche quello ma, diversamente dalle altre chiese che avevamo visto, vanta un enorme parco che si sviluppa non solo sul lago ma anche lungo i suoi affluenti; inoltre il cortile della chiesa è popolato di chiassosi pavoni che non si lasciano fotografare ma in compenso starnazzano a tutto spiano e, a giudicare dai cartelli di avviso esposti, aggrediscono anche i turisti.

Lungo la strada occorre fare attenzione a non investire le tartarughe in attraversamento.

Ohrid - Questa tartaruga non sembrava particolarmente entusiasta all'idea di essere salvata...
Questa tartaruga non sembrava particolarmente entusiasta all’idea di essere salvata…

Bitola la romana

Bitola è una delle principali città macedoni, ma ai nostri occhi resta una cittadina che non raggiunge i 100.000 abitanti. Non ha molte frecce nel suo arco a parte Heraclea Lyncestis, un importante sito archeologico con i notevoli resti di una città romana. Enormi mosaici si sono conservati in ottime condizioni, residui di quelle che erano due basiliche bizantine; accanto ad esse sorgono un antico teatro romano, alcune abitazioni e una strada con i resti di una fognatura.

Uno dei grandi mosaici ben conservati di Heraclea, a Bitola
Uno dei grandi mosaici ben conservati di Heraclea, a Bitola

AleRoss

Apparentemente diversi come il giorno e la notte, analogamente complementari e inseparabili da diverse ere geologiche. Ci unisce l'amore per il viaggio, tra le altre mille cose...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi