Nikola Tesla, il folle genio idealista

Tesla è noto per aver inventato le torrette difensive “Tesla Coil” di Red Alert, la macchina che clona oggetti e persone di The Prestige, per aver causato l’evento di Tunguska e per aver teletrasportato un cacciatorpediniere americano durante l’esperimento di Filadelfia. Ma anche per essere stato vittima o partecipe di numerosi complotti che coinvolgono CIA, massoneria, omeopatia, alieni e cristalloterapia.
Di recentemente si è comunque rimesso in carreggiata e ha lanciato sul mercato una nuova linea di auto elettriche.

Il Tesla storico

Purtroppo Tesla non è altrettanto noto al grande pubblico per la sua vita reale, le sue idee e le sue eccezionali scoperte, spesso erroneamente attribuite ad altri. Tesla era un genio puro, nel senso che non aveva alcun interesse per la vita mondana, i beni materiali, gli affari e non aveva nemmeno una vita privata. Tutte le sue energie e tutti i suoi pensieri erano concentrati sulla ricerca scientifica.

Ma estremamente interessante è anche il suo pensiero, la sua idea che il fine ultimo dovesse essere il benessere dell’intera umanità nel totale disprezzo del proprio interesse personale. Questo fu anche uno dei grandi ostacoli della sua ricerca: il suo sogno di una fonte di energia libera e inesauribile era dannatamente sconveniente per qualsiasi investitore o rivale…

La scienza non è nient’altro che una perversione se non ha come suo fine ultimo il miglioramento delle condizioni dell’umanità.
Nikola Tesla

Purtroppo molte delle idee sballate su Tesla nascono da alcune sue affermazioni azzardate e da teorie non suffragate da risultati concreti. Questo capitò soprattutto nelle fasi più avanzate della sua vita, quando la follia probabilmente prese il sopravvento sulla genialità. Tra le ricerche più bizzarre possiamo ricordare il Teleforce, ribattezzato dalla stampa “Raggio della Morte” o “Raggio della Pace”, una fantomatica arma potentissima che avrebbe messo fine a tutte le guerre e che attirò l’attenzione di molti servizi segreti. Ad essa si affiancano la macchina per fotografare i sogni, le aspre critiche alla teoria della relatività di Einstein, la macchina volante senza ali o combustibile e la presunta ricezione di segnali extraterresti.

Tesla Museum di Belgrado - Ross accende un neon con la sola imposizione delle mani grazie alla bobina di Tesla
Ross accende un neon con la sola imposizione delle mani grazie alla bobina di Tesla

Le lotte fra individui, come fra governi e nazioni, derivano invariabilmente da incomprensioni, intese nel senso più ampio del termine.

Le incomprensioni sono sempre causate dall’incapacità di comprendere il punto di vista altrui. Il miglior modo per combattere l’ignoranza è quello di diffondere la conoscenza in modo sistematico. Con questo obiettivo in mente, è fondamentale favorire gli scambi di idee e le relazioni umane.
Nikola Tesla

Le tappe della vita di Tesla

1856 – nasce in un villaggio dell’attuale Croazia

1882 – si trasferisce in Francia e inizia a lavorare come ingegnere alla Continental Edison Company

1884 – si trasferisce negli USA con una lettera di presentazione per Edison, scritta dal suo superiore:

“Conosco due grandi uomini: uno siete voi, l’altro è questo giovane”

Il suo lavoro fruttò all’azienda di Edison diversi brevetti estremamente redditizi.

1885 – si separa da Edison per gravi conflitti sull’approccio scientifico ed economico e fonda la Tesla Electric Light Company

1887 – sviluppa un motore a induzione che funziona a corrente alternata

1888 – l’uomo d’affari Westinghouse acquista i brevetti legati alla corrente alternata messi a punto da Tesla. Inizia la guerra delle correnti che contrappone Tesla ed Edison, sostenitore della corrente continua

1891 – acquisisce la cittadinanza statunitense e inventa la famosa bobina di Tesla, un trasformatore in grado di generare fulmini del tutto simili a quelli di origine atmosferica. Bobine come questa vennero utilizzate per compiere esperimenti nel campo dell’illuminazione elettrica, della fosforescenza, dei raggi X e della trasmissione di energia wireless

1893 – la Westinghouse Corporation viene scelta per illuminare la World’s Columbian Exposition a Chicago. Fu un evento chiave dal momento che si dimostrarono davanti a un pubblico immenso la sicurezza, affidabilità ed efficienza del sistema di Tesla rispetto a quello di Edison. In questa sede vennero presentate al pubblico numerose invenzioni di Tesla, come il motore a induzione, le lampade luminescenti (progenitrici delle lampade al neon) e un dispositivo passato alla storia come Uovo di Colombo, che illustrava i principi del campo magnetico rotante

1895 – apre l’impianto idroelettrico a Niagara Falls, in buona parte progettato da Tesla, che fornì corrente a tutta la città di Buffalo. Questo pose fine alla guerra delle correnti

1898 – al Madison Square Garden si tiene una dimostrazione pubblica della Teleautomaton, una barca controllata a distanza, il primo sisteme di radiocontrollo al mondo. Tale invenzione era talmente in anticipo sui tempi che nessuno fu in grado di capirla. Molti lo accusarono di essere un imbroglione e neppure i militari ne colsero le potenzialità, se non molti anni dopo

1899 – si trasferisce a Colorado Springs dove inizia a fare esperimenti sull’elettricità ad alta tensione producendo fulmini artificiali lunghi fino a 40 metri

1900 – inizia a lavorare su un sistema di trasmissione wireless dell’energia finalizzato alla fornitura di energia elettrica illimitata a tutto il mondo e alla condivisione di informazioni. E’ a questo periodo che risalgono i primi brevetti sulla trasmissione di onde radio, riconosciute postume a Tesla dopo una lunga battaglia legale con Marconi

1917 – dichiara bancarotta e interrompe le sperimentazione della Clyffe Tower, definita da molti come “follia di Tesla da un milione di dollari”

1928 – ricevute il suo ultimo brevetto per il primo esempio di aeromobile a decollo e atterraggio verticale

1943 – muore a New York a 86 anni in povertà, mentre ancora lavorava a teorie e invenzioni fantascientifiche come il fantomatico Raggio della Morte

Nikola Tesla
Le ceneri di Nikola Tesla, conservate nel museo di Belgrado a lui dedicato

Il museo Tesla di Belgrado

I natali di Tesla sono oggetto di contenzioso tra Serbia e Croazia: nacque infatti da famiglia serba nel villaggio di Smiljan, allora facente parte dell’impero austro-ungarico, ma che si trova nell’attuale Croazia.

Le ceneri dello scienziato sono oggi custodite a Belgrado, nel museo a lui dedicato. E’ una piccola esposizione, ma di grande interesse, dove è possibile ricreare alcuni dei più famosi esperimenti di Tesla e apprendere qualcosa in più sul suo grande animo di sognatore filantropo.
Il pezzo forte resta comunque la bobina di Tesla, che si può sperimentare di persona… è un’emozione unica per gli appassionati e i fan di questo straordinario uomo.

Un giorno l’uomo connetterà il suo apparato con i moti originari dell’universo…e le vere forze che spingono i pianeti sulle loro orbite e li fanno ruotare spingeranno i suoi macchinari
Nikola Tesla

Ale

Costituisce il 50% meno 1 del duo AleRoss. Dopo il suo anno di aspettativa in giro per l'est del mondo, è tornato ad ammazzarsi di videogiochi, in attesa della prossima partenza....

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi