Jakarta, un’altra Asia

A quanto pare fare scalo a Manila non è mai una buona idea, i ritardi sono quasi garantiti a causa dell’eccessivo traffico su un aeroporto evidentemente sottodimensionato… e male organizzato: credo sia l’unico al mondo dove i passeggeri vengono chiamati ad uno ad uno prima di ogni partenza.

I signori Xi Chang, Carlos Valderrama, Raimund Marasigan, Regine Velasquez, Manny Pacquiao, Nina Girado, Toni Gonzaga, Erik Santos e Vilma Santos sono pregati di presentarsi immediatamente al gate 11 per l’imbarco

Ascoltare per venti volte un annuncio come questo rimbombare in tutto l’aereoporto prima di ogni singolo volo nuoce gravemente al proprio equilibrio psicofisico, soprattutto se si sta cercando di riposare un poco dopo dodici ore di viaggio… il bello poi è che quasi nessuno dei nominati finisce per presentarsi al gate, immaginiamo a causa dei ritardi sui voli precedenti.

Jakarta sotto la luna

Dopo aver finalmente lasciato Manila con un ritardo standard di un’ora e mezza siamo arrivati a Jakarta nel cuore della notte. Nonostante la stretta sui controlli dovuta al recentissimo attentato abbiamo sbrigato le formalità doganali in una manciata di secondi e siamo subito saltati su un taxi per raggiungere il nostro letto in un albergo del centro. Correndo lungo i vialoni deserti abbiamo osservato stupiti la vitalità della capitale alle tre di notte di un comune giorno feriale: non si contavano le attività aperte tutta la notte – dai minimarket ai ristoranti – mentre numerosi motorini sfrecciavano da tutte le parti e umili lavoratori trasportavano i loro pesanti carretti.

Un’altra Asia al Museo Nazionale

Jakarta - Manufatto indigeno
Manufatto indigeno che fa da tramite tra i vivi e gli antenati defunti

L’attrazione principale di Jakarta è sicuramente il Museo Nazionale, che offre una panoramica dell’arte e della cultura incredibilmente variegata di questo enorme paese; è sorprendente come gli Indonesiani siano riusciti (con un paio di eccezioni ancora “calde”: Aceh e Papua, mentre Timor Est ha ottenuto l’indipendenza nel 2002 dopo anni e anni di duro travaglio) a creare un sentimento nazionale che cementasse popoli e culture cosi diversi e apparentemente inconciliabili: si va dall’islam più tradizionalista al peculiare induismo di Bali, passando per innumerevoli culture minori, il tutto influenzato dalla storia ricca e complessa di quello che storicamente è stato un cruciale porto di transito tra Europa, Medioriente e sud-est Asia. Non si può certo dimenticare che il passato recente dell’Indonesia è stato particolarmente buio (a titolo di esempio consigliamo a tutti il surreale “The act of killing“), ma a quanto si può capire oggi sembra che le cose stiano piegando nel verso giusto.

Jakarta - museo nazionale
Museo nazionale – la sala delle ceramiche

Nel museo, tra le collezioni che abbiamo trovato più interessanti, ci sono i numerosi modelli in scala dei caratteristici edifici tradizionali delle tribù del paese, alcuni dei quali dalla curiosa forma di nave. Il museo è stata anche la nostra prima occasione per entrare in contatto con gli indonesiani, che si mostrano sempre estremamente solari e sorridenti! I giovani sono molto curiosi e non esitano a scambiare qualche parola con gli stranieri, l’impressione che ci hanno fatto è davvero ottima.

Altri musei

Jakarta non si può definire una città bellissima: una passeggiata di ricognizione si fa molto volentieri, ma per il resto è molto meglio dedicarsi ai musei…

Jakarta - Laboratorio di batik al museo dei tessuti
Laboratorio di batik

Il batik è probabilmente l’arte indonesiana più nota in occidente e numerose sono le occasioni per ammirare (e volendo acquistare) la opere di artisti più o meno validi. A Jakarta è possibile visitare il bel Museo dei tessuti (siano essi filati o batik) al cui interno è ospitato un laboratorio artigianale: questi laboratori non sono certo una rarità in Indonesia, ma il grosso vantaggio è che qui si può curiosare senza che nessuno vi ronzi intorno per spingervi ad acquistare qualcosa.

Jakarta - Le vasche di tintura del batik al museo dei tessuti
Le vasche di tintura del batik

Jakarta - museo dei tessuti

Jakarta - Museo Wayang

A nord della città, nel quartiere Kota, abbiamo visitato il Museo Wayang, dedicato alle caratteristiche marionette javanesi i cui stili, forme e dimensioni variano da scuola a scuola e che sono una delle forme d’arte più caratteristiche di quest’isola. Secondo noi è molto bello.

A pochi passi dal precedente c’è il Museo della banca indonesiana – nell’antica sede della banca stessa – che racconta la storia dell’Indonesia dal punto di vista economico, dalle origini dei commerci navali passando per le varie colonizzazioni fino ad arrivare alle più recente crisi economiche. Decisamente interessante per gli amanti dell’economia, ma troppo specialistico per i nostri gusti!

Museum Bank of Indonesia
Museum Bank of Indonesia

Muoversi a Jakarta

Pare che Jakarta, con i suoi 1o milioni di abitanti, sia la più grande città al mondo priva di metropolitana… il sistema di bus “rapidi” TransJakarta è una buona idea sulla carta, ma la frequenza dei mezzi è piuttosto imprevedibile e spesso il tempo impiegato per arrivare a destinazione fa rimpiangere di non essere andati a piedi. La logica conseguenza è che la stragrande maggioranza degli abitanti sceglie di spostarsi in motorino.

Mangiare a Jakarta

Data la posizione un po’ decentrata del nostro hotel e il livello medio di stanchezza a fine giornata, abbiamo optato per un ristorante piccolo ma situato nelle immediate vicinanze, l’Hoki Bakuteh. Siamo stati fortunati nella scelta, perché questo primo approccio alla cucina indonesiana è stato davvero piacevole e vario.

Jakarta - cucina

 

Jakarta - cucina

Ale

Costituisce il 50% meno 1 del duo AleRoss. Dopo il suo anno di aspettativa in giro per l'est del mondo, è tornato ad ammazzarsi di videogiochi, in attesa della prossima partenza....

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi