Ho sgridato una scimmia tailandese, ma mi sa che non parlava italiano

Durante il nostro viaggio in Thailandia abbiamo visitato Lopburi, una piccola città con alcuni siti Khmer, famosa soprattutto per essere abitata da un numeroso branco di scimmie. I quadrumani sono ovunque: nelle strade, sugli alberi, aggrappata ai fili della luce nel tentativo di entrare nelle case, sulle banchine della stazione (c’è chi giura che alcune si spostino avanti e indietro tra le città vicine utilizzando i treni)… Sono davvero carine, ma sono decisamente troppe!

Un giorno stavamo camminando verso il nostro ostello con la borsa della spesa piena di tè e vari snack tailandesi, quando qualcuno l’ha afferrata… no, non era qualcuno, ma una scimmia che mostrava i canini minacciosamente! Tira e molla il sacchetto è andato in pezzi e improvvisamente una banda di macachi è comparsa dal nulla per darsi al saccheggio della nostra cena, il primo fuggendo con la bottiglia di tè, il secondo con un sacchetto di noccioline eccetera. Ricordo che, colta di sorpresa, ne ho inseguita una gridando: “No, scimmia cattiva, ridammelo, non si fa!!”. Mentre Ale cercava di spiegarmi che le scimmie difficilmente avrebbero capito l’italiano….

Leggi questo articolo su Hostel Geeks

Ross

The mottos that best represent me? "Worry more about your conscience than your reputation. Because your conscience is what you are, your reputation is what others think of you. And what others think of you is their problem." and..."Frankly, my dear, I don't give a damn!"

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi