Eccoci in Bulgaria: Rila e Sofia

L’attraversamento dei Balcani ci ha portato, dopo un mese, nel paese (forse) più a sud/est di quelli previsti dal nostro itinerario, ovvero la Bulgaria.

Siamo approdati a Blagoevgrad dopo alcuni giorni in Macedonia e il primo impatto non è stato dei migliori. La città sembra uscita da un quadro sovietico, con enormi edifici anonimi, viali alberati in mezzo al nulla e nessun centro storico. Insomma, un posto abbastanza angosciante che fortunatamente abbiamo scelto solo per una notte come base per visitare il monastero di Rila.

Rila, ovvero: non ne abbiamo ancora abbastanza dei monasteri

Quando abbiamo fatto il programma di massima di questo viaggio, abbiamo notato che circa la metà delle mete inserite erano monasteri. Non siamo mai stati appassionati di chiese & co., per cui abbiamo cercato di scremare e di eliminarne un bel po’, tenendo solo i luoghi sacri più comodi dal punto di vista logistico o più rinomati a livello storico e artistico. Dopo un mese di viaggio ne abbiamo visitati moltissimi e, se il Visoki Decani è indubbiamente quello che ci ha meravigliato di più, bisogna ammettere che ciascuno di questi luoghi è speciale a modo suo, vuoi per la posizione, vuoi per gli affreschi al suo interno.

Rila Monastery

Pensavamo di aver già visto tutto quando siamo giunti al Monastero di Rila e ci sbagliavamo. Questo monastero è in fondo ad una stretta valle, con bei monti verdi. Si presenta quasi come una fortezza, con una imponente struttura quadrata che circonda completamente la chiesa, situata nella corte centrale. È una vista da “wow!”, che lascia letteralmente a bocca aperta.

Il grande edificio perimetrale a quattro piani ospita le numerose celle dei monaci e non può essere visitato; in passato accoglieva centinaia di monaci, ma oggi ne sono rimasti una decina. La chiesa comunque è aperta al pubblico ed è affrescata con soggetti sacri, sia all’esterno sia all’interno.

Si può completare il giro con una visita al museo delle icone e di arte sacra o a quello sugli strumenti d’uso quotidiano nel XIX secolo. Precisiamo che solo questi musei sono a pagamento mentre il resto della struttura è ad accesso gratuito anche per i turisti.

Sofia, la capitale

Sofia - Boyana Church
Boyana Church

Il giorno dopo la visita al Rila Monastery siamo partiti a gambe levate verso Sofia e, lungo la strada, abbiamo fatto tappa alla Boyana Church, una meravigliosa chiesa facente parte del patrimonio UNESCO, la cui sezione più antica risale dal X secolo. Si può entrare in pochi per volta e restare solo per un massimo di dieci minuti per evitare che l’umidità danneggi gli affreschi del XIII secolo (il primo livello di dipinti, visibile solo in parte, è addirittura più antico di due secoli).

Il centro della capitale è raccolto intorno alla statua di Sofia, che sia la santa o la dea della saggezza (la questione è controversa). Essa fissa il palazzo in cui era ospitato il quartier generale del vecchio partito comunista ai tempi dell’URSS, poiché in effetti ha rimpiazzato la precedente statua di Lenin.

Sofia è una delle città più antiche d’Europa, con una storia di 7.000 anni, ma la sua visita si riduce a pochi edifici religiosi (chiese e una sinagoga), qualche museo e una passeggiata per la via pedonale Vitosha Boulevard, piena di negozi e ristoranti. Nonostante l’assenza di attrazioni di spicco, la città è piacevole per una gita di uno o due giorni.

Sofia - murale
Murale a Sofia

Free walking tour

Merita una menzione speciale il tour gratuito per la città organizzato dall’associazione Free walking Tour, facente parte di un network presente in altre città bulgare come Varna e Plovdiv. Ogni giorno sono disponibili due visite guidate della città della durata di circa due ore con una guida volontaria molto preparata. L’associazione senza scopo di lucro, accetta donazioni per finanziare progetti culturali, ma ripetiamo che i tour base sono completamente gratuiti e vivamente consigliati.

Sofia - Cattedrale Alexandar Nevski
La cattedrale ortodossa Alexandar Nevski

Con minore frequenza vengono anche organizzati tour di approfondimento su temi specifici con personale maggiormente qualificato, in questo caso a pagamento. Purtroppo non siamo riusciti a partecipare al Communist Tour che sembrava particolarmente interessante ed era focalizzato sull’analisi dei pro e dei contro delle vecchie politiche comuniste.

Sofia - Rotunda Church
La Rotunda Church è considerata l’edificio più antico di Sofia, risalente al IV secolo d.C.

AleRoss

Apparentemente diversi come il giorno e la notte, analogamente complementari e inseparabili da diverse ere geologiche. Ci unisce l'amore per il viaggio, tra le altre mille cose...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi