Dinan e Saint Malo

Il porto fluviale di Dinan

Da Poitiers ci dirigiamo verso Dinan e scegliamo di evitare le autostrade e di passare tra campi e piccoli villaggi sperduti. Il tempo è brutto ma il paesaggio è bello e il viaggio è accompagnato dalle parole di Terzani (grande invenzione, gli audiolibri).

Arrivati a Dinan iniziamo a visitare la zona del porto, ai piedi della città. Ci sembra incredibile l’uniformità architettonica di questa regione: tutte le case sono di pietra grigia, con tetti spioventi coperti di piccole tegole nere.

La passeggiata lungo il sentiero di ronda viene interrotta dalla pioggia, quindi ci dirigiamo verso le vie centrali per stare un po’ al riparo, ma sono davvero troppo turistiche per i nostri gusti e ripartiamo per Saint Malo.

DSC_4101
L’architettura intra muros

Il centro di Saint Malo è raccolto tra mura possenti e anche qui ci colpisce l’architettura: gli edifici sono casermoni imponenti, alti diversi piani, tutti uguali e senza balconi. Il vento forte rende difficile la passeggiata sulla cinta muraria, ma non demordiamo e la nostra fatica viene premiata: sono ormai le 9 di sera ma il cielo è tornato limpido e ci godiamo una splendida passeggiata sul mare.

 Dove dormire

  • Hotel Kyriad – le stanze sono davvero grandi, dotate di wifi e televisore a schermo piatto, nonché di bollitore con kit di benvenuto (biscotti, the e caffè). Si può parcheggiare gratuitamente l’auto lungo la strada, sul lungomare nel quartiere di Sillon. La posizione è perfetta per fare passeggiate e ammirare le mura della città, verso ovest.
Il panorama spettacolare sul lungomare, al tramonto

Dove mangiare

SAMSUNG
Il buon sidro francese (anche se quello spagnolo è un’altra cosa…)
  • Creperie L’Equipage – discreto locale all’interno del centro storico di Saint Malo, proprio sotto le mura. La zona è molto turistica, non aspettatevi nulla di eccezionale, ma il cibo è buono e i prezzi onesti. Da provare il loro sidro brut.

AleRoss

Apparentemente diversi come il giorno e la notte, analogamente complementari e inseparabili da diverse ere geologiche. Ci unisce l'amore per il viaggio, tra le altre mille cose...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi