Attraversamento del Reno verso la Foresta Nera: da Marckolsheim a Freiburg am Breisgau

AKA Controvento

IMG_5042

Come anticipato nel precedente post, ieri abbiamo abbandonato le ciclabili del Reno e abbiamo iniziato l’avvicinamento alla Foresta Nera. Quindi, per l’ennesima volta, abbiamo cambiato paese passando dalla Francia alla Germania; è bellissimo vedere come il confine di fatto non esista, non vi è nemmeno traccia dei vecchi casotti della dogana! Attraversi il ponte e l’unica segnalazione è un molesto “DRIIIN!”: “Vodafone ti dà il benvenuto in Francia/Germania”. Bellissimo. Sarà che le Alpi che ci fanno da confine naturale sono una muraglia, mentre qui c’è solo questo placido fiume attraversato da decine di ponti autostradali, pedonali e ciclabili (oltre che da alcuni traghetti), sarà che basta attraversare il confine franco-piemontese per trovarsi in terra straniera mentre da entrambi i lati di questo fiume tutti sembrano essere bilingue… ma in questa zona pare davvero di essere negli Stati Uniti d’Europa dei nostri sogni.
Stamattina la situazione meteo non era delle migliori: cielo nuvoloso e vento a 30km orari, ovviamente in direzione opposta alla nostra. Per fortuna il tragitto di oggi era breve, per cui siamo riusciti ad arrivare a destinazione senza troppi problemi.

La cattedrale di Friburgo
La cattedrale di Friburgo

Friburgo ci ha sorpreso 1) per il numero ancora più alto di bici rispetto alle precedenti tappe e 2) per la quantità folle di gente in giro per il centro (è vero, siamo arrivati di sabato pomeriggio e ce lo dovevamo aspettare). Siamo dovuti scendere dalle bici per riuscire a farci strada tra la folla, ma ne è valsa la pena. Avevamo appreso qualcosa su questa città guardando un bel documentario in TV: si parlava del famoso mercato alimentare intorno alla cattedrale e di altre amenità tipiche come la gara di barchette giocattolo nei piccoli canali che costeggiano i marciapiedi del centro. Senza neanche farlo apposta, abbiamo visto con i nostri occhi entrambe le cose ed è stato davvero particolare e interessante!

Il giudice di gara posiziona le barche alla partenza, mentre i bimbi con i loro genitori assistono
Il giudice di gara posiziona le barche alla partenza, mentre i bimbi assistono eccitati
Uno degli splendidi banchetti alimentari in cui, per soli 2,50€, si possono gustare panini con wurstel preparati sul momento
Uno degli splendidi banchetti alimentari in cui, per soli 2,50 €, si possono gustare panini con wurstel preparati sul momento

Come notato in altre città tedesche, a Friburgo sono presenti una gran quantità di immigrati – moltissimi i musulmani – e tanti personaggi alternativi: punkbestia, fricchettoni, neohippies etc, sembra proprio ci sia spazio per tutti e che tutti convivano pacificamente. Si percepisce sempre una gran voglia di divertirsi tutti insieme e sembra non manchino mai le occasioni per fare festa.

Festa del biologico o qualcosa del genere: un bellissimo esempio delle numerose e varie iniziative che vengono realizzate qui
Festa del biologico o qualcosa del genere: un bellissimo esempio delle numerose e varie iniziative che vengono realizzate qui

Piccola digressione sulla segnaletica stradale: ci è sembrata molto migliore in Francia che in Germania, salvo rare eccezioni. Ad esempio, lungo la ciclabile del Reno dal lato francese, ad ogni incrocio erano segnalate le destinazioni e i km mancanti e ogni tanto si trovavano pannelli con i codici QR per scaricare informazioni turistiche. Al contrario, in Germania le ciclabili sono segnalate meno bene, più che altro con la sola icona di una bici verde… il paragone con la segnaletica italiana lo faremo il giorno in cui ne vedremo una!!

L'eccezione che conferma la regola: segnaletica super efficiente in Germania, ma forse perché eravamo molto vicini al confine francese...Vive la France!
L’eccezione che conferma la regola: segnaletica super efficiente in Germania, ma forse perché eravamo molto vicini al confine francese… Vive la France!
Questa invece la segnaletica tipo trovata lungo il Reno: ok, siamo su una ciclabile...ma verso dove?
Questa invece la segnaletica tipo trovata lungo il Reno: ok, siamo su una ciclabile… ma quale e verso dove??

 

 

Dove dormire

  • Hotel Hirschengarten – Freiburg Lehen
    Fino ad ora, la migliore delle sistemazioni che abbiamo trovato: stanza enorme e soprattutto fresca, garage per la bici, wifi e colazione inclusi. La proprietaria è molto simpatica e cordiale: non ci ha fatto arrestare nonostante ci fossimo intrufolati con le bici in un giardino privato, convinti di doverle parcheggiare lì, e ci ha anche chiesto del nostro viaggio e delle prossime mete. Insomma, davvero un piacevole incontro 🙂

Dove mangiare

La cena dei campioni: dopo i km di oggi e quelli previsti per domani, ci vuole proprio!
La cena dei campioni: dopo i km di oggi e quelli previsti per domani, ci vuole proprio!
  • Gasthaus Schutzen – Freiburg Lehen
    Se avete bisogno di recuperare calorie, questo è il posto giusto! Cucina tedesca con qualche incursione balcanica (cevapcici et similia). Si inizia con un’insalata per poi dirottare su piatti di carne decisamente più sostanziosi, accompagnati dall’immancabile birra. Rispetto ad altre gasthaus della via, questa ci è stata consigliata caldamente dalla proprietaria dell’Hirschengarten ed è più economica, a quanto pare.

AleRoss

Apparentemente diversi come il giorno e la notte, analogamente complementari e inseparabili da diverse ere geologiche. Ci unisce l'amore per il viaggio, tra le altre mille cose...

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo:

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi